venerdì 17 settembre 2010

Hanbok (한복)



Care ragazze,
le scuole sono cominciate.
E anche per noi è arrivato il momento di arricchirci di nuove conoscenze.
Un proverbio cinese dice "Non importa la quantità di cose che si imparano, ma la loro qualità."
E quindi ragazze, visto che è ovvio che non possiamo puntare sulla quantità – ormai siamo in ritardo di anni – possiamo però puntare sicuramente sulla qualità!
Quindi tutte pronte a nutrire le nostre povere menti con la nostra prima lezione





***SILENZIO IN AULA***



Per  rendere più chiaro e immediato l’apprendimento useremo delle diapositive.
Prima diapositiva,
ragazze studiate con me questo modello:
 



 
 



Ragazze!!!!!! Ma cosa state pensando… (lo so io che cosa pensate, brutte puzzone!) smettetela di sbavare. Quello che ci interessa non è il modello ma il modello che indossa il modello, chiaro???? Ok, mi sono persa anch’io.
Oggi si studia l’HANBOK, il vestito tradizionale coreano. So che preferivate studiare questo modello, magari per una lezione di anatomiama oggi non si può! (magari lo faremo nella prossima lezione! ) 





*** RICOMINCIAMO***



L’ Hanbok è il vestito tradizionale e più rappresentativo della Corea e significa letteralmente “vestito coreano”. L’hanbok qui raffigurato in una delle sue varianti, avanti con la seconda diapositiva:





Allora ragazze nn ci siamo!!!!! La smettete di distrarvi a guardare i faccini di questi bei modelli (o siete distratte dal “terribile” cappellino J) si è proprio il nostro Jang Geun Suk che gentilmente si è prestato a farci da modello, sapete il feeling che abbiamo con lui ^^



***Se siete pronte andiamo avanti***



Visto che i modelli maschili vi fanno distrarre cominciamo a parlare degli hanbok femminili, che qui alcune delle nostre attrici preferite hanno gentilmente indossato per noi, avanti con le diapositive:
 



 



Ecco brave ragazze vedo che siete concentrate finalmente (o forse devo preoccuparmi nel vedervi tutte con le bolle nel naso… come se stesse dormendo???)





*** non ci pensiamo e andiamo avanti ***



L’ Hanbok femminile è costituito da una giacchetta Jeogori (저고리) e da una gonna lunga ch'ima (치마) ed è di solito fatto di seta, ramiè o cotone.
La forma più semplice di Jeogori consiste nelle seguenti "parti": gil, git, dongjeong, goreum. Il gil () è la sezione più ampia dell'indumento che copre la maggior parte del busto dell'indossatore; il git () è una fascia di tessuto che contorna il collo, il Dongjeong (동정) è un colletto removibile di colore bianco che evidenza la curva del collo, posto alla fine del git mentre i goreum (고름) sono dei nastri attaccati sul petto, che servono a chiudere il jeogori. Il goreum è agganciato sopra la giacca fino alla gonna ed è molto importante perché è uno degli elementi con cui si giudica la bellezza e la qualità dell’hanbok.
Il " Baji " è la parte inferiore del Hanbok per gli uomini. Rispetto al taglio di pantaloni Occidente, è molto più ampio. La larghezza del "Baji "è perché è stato progettato per facilitare la posizione seduta per terra.
 



 



 *** Guardate questi modelli come sono seduti bene… soprattutto l’ultimo***




Con l'abito maschile è quasi indispensabile indossare poi anche un cappello di bambù o di crine di cavallo detto kat ().



***Che non è bello esteticamente
ma come vedete ripara bene dalla pioggia… ***



Nell’abito femminile le pieghe sono morbide e diritte. Per dare all'abito volume e per far sì che i pezzi piatti si adattino al corpo umano, vengono usate increspature o pieghe della stoffa e, per tenere al loro posto le varie parti, si usano dei nodi. Anche se il vestito tradizionale è un abito piatto, acquista un suo volume quando viene indossato. Le maniche della giacchetta si aprono in modo tale da sembrare delle ali. Il "baerae" indica le righe inferiore delle maniche di " jeogori "(la tradizionale giacca ) o " magoja "( giacca indossata sopra la " jeogori”).
La gonna parte dal seno e si allarga elegantemente fino a terra. La linea del seno è accentuata da una fascia particolare che si annoda sul davanti e le cui estremità possono arrivare fino alle caviglie. In alcuni casi la lunghezza della gonna è quattro volte quella della giacchetta, e di conseguenza anche una donna di bassa statura che indossi l’hanbok sembra più alta. ***lo sapevo che dovevo nascere in Corea!!!***.
L’hanbonk può essere completato con il "durumagi”, un abito tradizionale indossato per occasioni speciali che copre la tradizionale giacca, pantaloni o gonna.
Differente per forme e colori, è denso di simbologia. Nel passato la classe dominante coreana indossava abiti dai colori sgargianti, mentre i contadini vestivano di bianco o grigio. Inoltre le donne non sposate erano riconoscibili poiché vestivano di giallo e rosso. Una volta sposate, il colore dell’hanbok era rosso e verde e rispecchiava lo stato sociale del marito.
Tutto’oggi i colori dell’hanbok sono importanti, le donne moderne indossano abiti di colore rosa per le cerimonie di fidanzamento e nei matrimoni odierni è consuetudine che la madre della sposa indossi un hanbok rosa/viola e la madre dello sposo uno blu. Il bianco è indossato per lo più da anziani per momenti di lutto.



L’uomo per esempio può vestirsi di rosa…
e non perdere la sua masconilità!





*** chi è che ride li in fondo un po’ di serietà per…per… perfaaaaaavore!!!
Scusate mi è scappato anche a me da ridere***



Comunque qualche esempio di magnifici hanbok femminili:






L'aspetto dell'hanbok è reso ancor più attraente con una varietà di accessori: 





*** come dite li in fondo??? Che è proprio un bel accessorio?
Anche secondo me un "accessorio" così rende davvero l'hanbok irresistibile ***
(per la famosissima associazione "nonsitrattaluomoficocomeunoggetto" preciso che noi
tutte parlavamo sicuramente del ventaglio, vero ragazze?)


Dicevamo



L'accessorio principale usato in passato era il fermacapelli chiamato pinyŏ (비녀) che non veniva impiegato solo per tenere il chignon a posto e ben fermo, ma anche a scopo ornamentale.
I pinyo( erano fatti di materiali diversi come oro, argento, legno, nichel, corallo e giada, e la lunghezza dell'asta del fermacapelli indicava lo stato sociale di chi lo indossava. I pinyŏ sono composti da due parti, la testa a forma di bulbo e l'asta. La testa è decorata. Le donne della corte reale indossavano fermacapelli modellati con figure di draghi o di fenici mentre le donne comuni fermavano i capelli con pinyŏ che portavano disegni di bambù, susine, alberi e fiori.





Appeso al jeogori e comunemente indossato dalle donne è il noriagae. I noriagae sono pendenti decorativi, che hanno una varietà di colori e forme tipiche dei classici coreani. I Noriagae si dividono generalmente in due tipi principali: i norigae samjak (gancio a tre ornamenti) e norigae damjak (gancio a un solo ornamento).
Di solito, molti coreani contemporanei portano il tradizionale Hanbok per lo più in occasioni speciali, ed è diviso in categorie in base alla sua funzione. Il Myeongeol Hanbok è utilizzato il primo dell’anno per rendere onore ai propri genitori, il Dol Hanbok viene indossato il giorno del primo compleanno di un bambino.



 




 *** non sono adorabili viene quasi voglia di fare un figlio con un coreano
(fico logicamente)***



L’Hollyebok (hanbok wedding) viene utilizzato nei matrimoni tradizionali. Lo sposo indossa il Baji (pantaloni), il jeogori ( una giacca ), il joggi (una maglia ), il magoja ( un cappotto ) e la durumagi (un cappotto globale). La sposa indossa un Chima verde ( la gonna ), un giallo jeogori ( una giacca corta ), e un wonsam ( lungo cappotto della sposa ). I suoi capelli sono acconciati utilizzando un jokduri ( un ornamento di testa speciale).
Mentre il Saenghwal Hanbok, un tipo di Hanbok disegnato per adattarsi alle attività contemporanee, viene usato solo da alcuni nella vita quotidiana. Di recente, però, l’hanbok è tornato di moda.
Nel 1996, per esempio, si cercò di renderlo di nuovo popolare: il primo sabato di ogni mese fu dichiarato “il giorno per indossare l’hanbok”. L’industria dell’abbigliamento lanciò nuovi hanbok ideati specialmente per i giovani. Evidentemente tornare alle proprie origini ha il suo fascino, poiché l’hanbok moderno ha incontrato grande successo. In un periodo in cui la moda dà spesso risalto alla sensualità, l’hanbok dimostra come un abito può essere bello e al tempo stesso moderno.
 





 *** ragazze scusate non ho trovato nemmeno una foto di un modello (fiko coreano) che indossasse dei moderni hanbok***



Detto questo non posso che terminare la mia lezione dicendovi, con tutto il mio cuore, di farvi consegnare come regalo un bel hanbok!





 





 

2 commenti:

giadapxd ha detto...

ciao maestra, la prima lezione mi è piaciuta molto anche se una cosa non l'ho capita bene... dobbiamo studiare il modello modello? No perchè se è così io sono bene disposta a studiare .E se proprio devo venire messa nell'angolino perchè troppo indisciplinata, lo voglio almeno fare in dolce compagnia... scelgo il secondo modello, senza cappellino possibilmente, ma se non si può... non c'è problema, ci metto poco a togliergli l'hanbok... ehm, il capellino...

Leggiamo ha detto...

NO! Il secondo lo volevo io.Ma tienilo dai, sono buona, io mi sacrifico e lo prenoto per la seconda lezione di anatomia .