mercoledì 10 febbraio 2010

Boys before flowers [꽃보다 남자]

Scheda
Titolo: Boys before flowers
Genere: commedia romantica
Paese: Sud Corea
Episodi: 25
Sottotitoli: in italiano su DIC fansub


Cast
Koo Hye Sun è Geum Jan Di
Lee Min Ho è Goo Jun Pyo
Kim Hyung Juung è Yoon Ji Hoo
Kim Bum è So Yi Jung
Kim Joon è Song Woo Bin
Kim So Eun è Chu Ga Eul


Trama
La giovane Jan Di figlia di normali lavandai, entra per caso nella scuola più famosa di Corea, una scuola frequentata solo dai figli delle famiglie più ricche e potenti. In questo istituto Jan Di farà la conoscenza degli F4,  quattro amici che compongono "il meglio" di quella società ristretta. Il loro leader è il temibile Jun Pyo, ragazzo problematico dal carattere infantile e un po' violento che non potrà che scontrarsi subito con la nuova arrivata....

Video





Recensione di Lory-sama (decisamente spoilerosa!!!! WARNING!!!!!)

Se fosse una recensione come tutte le altre di sicuro partirei parlandovi della trama e dandovi una veloce descrizione dei personaggi principali e delle loro caratteristiche.
Ma oggi sono qui per darvi la mia opinione su Boys before flowers, la trasposizione coreana del famosissimo manga giapponese “Hana yori dango”, di cui abbiamo già potuto vedere quella taiwanese e giapponese, per cui….vi chiedo…
E’ necessario?
C’è ancora qualcuno del mondo dramofilo che ancora non sa nulla di questa storia meravigliosa?
Se esiste….mi dispiace ma non troverà questo tipo di particolari in questa sede. 
Quindi in definitiva di cosa parlerò oggi?
Più che altro di tutti i pregi e le “magagne” che mi hanno fatto sorridere o arrabbiare durante la visione di questo drama che comunque in generale non posso che classificare davvero buono.
(Certo…non un capolavoro come mi aspettavo di vedere dopo aver sentito esaltazioni a destra e a manca, ma sicuramente un prodotto sopra la media).
Da cosa partiamo?
Forse è meglio andare con ordine…ho talmente tante cosa da scrivere che finirei per perdermi per la via.
Quindi…il primo episodio.
Durante la visione mi sono resa subito conto di una cosa.
Il modo in cui veniva filmato…la fotografia….la scenografia…partono subito alla grande. E non fanno che migliorare durante tutta la visione.
Certo, essendo ambientato in Corea, troviamo paesaggi molto diversi da quelli “classici” a cui siamo stati abituati dal manga e dalla versione giapponese, ma non per questo meno belli o interessanti. Mi è piaciuta particolarmente la parte ambientata a Macao. Innovativa ed affascinante, piena di scorci bellissimi che hanno dato vita a scene particolarmente esotiche e per certi versi eleganti (la serata con le maschere è davvero molto bella).
Ovviamente la trama originale è stata un po’ modificata e dopo aver sentito spesso i miei commenti negativi mi sono sentita dare della “purista” troppo attaccata alla versione originale.
Non nego che secondo me la storia originale sia ancora adesso la migliore, ma non sono affatto contraria alle modifiche, quello che chiedo è un po’ di “buon senso” nel farle.
In questa versione infatti alcuni cambiamenti mi sono piaciuti, altri invece…decisamente no.
Parlando di quelli che ho trovato davvero positivi abbiamo l’importanza maggiore che è stata data alle famiglie degli F4…finalmente qui possiamo vederli anche affrontare i problemi legati alla loro vita privata nascosta agli occhi di tutti gli altri, possiamo vederli reagire in un mondo dove non sono più gli F4 che tutto possono…ma semplici ragazzi che hanno paure, che devono affrontare solitudine, rimorsi e hanno sulle spalle pesi immensi fin da bambini.
Mi è piaciuto inoltre come hanno dato un po’ più di rilevanza all’amore di Ga Eul e non solo in relazione all’aiuto che da a Yi Jung a esorcizzare un fantasma del passato. Per quanto riguarda Jan Di mi ha fatto piacere vedere che l’hanno fatta diventare più umana dandole una passione sportiva e verso la fine del drama anche un sogno da realizzare nella vita (quest’ultima cosa c’era anche nella versione originale ma secondo me le veniva dato molto meno peso). E infine mi è piaciuto per alcuni versi il cambiamento del personaggio di Ji Hoo rispetto a quello del Rui originale.
Ammetto che non sono mai stata una fan di Hanazawa Rui fin dall’inizio, ho sempre preferito la travolgente idiozia di Tsukasa, perché ho sempre avuto la sensazione che Rui non riuscisse mai veramente a scegliere fino in fondo tra Makino e Shizuka. E questa sua indecisione cronica mi metteva un nervoso allucinante, specie quando vedevo come si comportava dopo il ritorno di Makino da New York e i conseguenti problemi.
Mentre questa volta, Ji Hoo, nonostante un inizio davvero stentato come personaggio, ha avuto una bella risalita. Cosa intendo?
Beh…nei primi episodi quando lo ritroviamo innamorato della sua amica d’infanzia sembrava davvero il classico Rui…(e a peggiorare le cose, la relazione tra lui e Jan Di l’ho vista rigida e freddina, tanto da farmi chiedere com’era possibile che lei si fosse innamorata di lui. Si saran parlati due volte….mi spiegate come siamo arrivati a lei che si mette in ginocchio per lui…ancora lo devo capire), ma poi finalmente abbiamo l’illuminazione e i suoi sentimenti per Jan Di gli diventano chiari. E a questo punto abbiamo un personaggio che conosce i suoi sentimenti e non tentennerà più con quelli del passato (cosa che davvero ho apprezzato).
Certo il suo personaggio non è affatto perfetto e qui iniziamo a parlare invece dei cambiamenti che ho trovato veramente pessimi. Primo tra tutti la brutta abitudine di Ji Hoo di cedere sempre nei confronti dell’amico e quindi di non lottare mai veramente per cercare di conquistare l’amore di Jan Di. Le resterà sempre accanto, con un angelo custode, come “pompiere” per i momenti di crisi, capirà meglio di chiunque altro i suoi pensieri e i suoi sentimenti eppure non si deciderà mai a fare il passo definitivo e a lottare con le unghie e con i denti. A causa di questo la sua storia diventa parecchio triste e alquanto patetica…fino a farmi venire voglia di dargli una scrollata e urlargli nelle orecchie “Ehi tu! Ma dormi?” anche se ovviamente volevo comunque vincesse il protagonista. (Scherziamo? Tsukasa è comunque e sempre il meraviglioso Tsukasa! Non c’è paragone…la mia era una semplice constatazione basata solo sul personaggio in se).
Poi….altro tasto dolentissimo per me…alcuni tagli o cambiamenti fatti sulle scene che io definisco “topiche”, ovvero quelle più romantiche, più dense di significato, quelle che insomma continui a riguardare a ripetizione fino a rovinare il file e che ti restano stampate a fuoco nella memoria. Potrai scordare tutto di quel drama…ma non quelle scene!
E sono purtroppo per me e per tutti gli spettatori proprio le 4 scene perno di Hana Yori Dango.
Se per due di esse c’è stato solo qualche taglio che ha purtroppo ridotto il pathos e il romanticismo ma ha lasciato comunque intatto il significato originale (parlo della notte che i due protagonisti passano insieme fuori casa bloccati e la scena in cui lei si perde nella neve e lui la salva) per le altre due invece la situazione è decisamente gravissima.
Mi riferisco alla serata che Jan Di passa a casa di Jun Pyo, mentre lui le medica le ferite causate dai compagni di scuola….e alla scena dell’autobus…se solo ci ripenso mi viene da piangere.
La prima scena, tra le più importanti del drama a mio avviso, è quella dove vediamo il nostro protagonista fare una vera dichiarazione d’amore con tutti i crismi a Makino…dove lei finalmente capisce che lui fa sul serio, dove si rende conto che forse nel profondo del suo animo un sentimento nascosto per quel ragazzo presuntuoso e impossibile è sbocciato, dove abbiamo un bacio mozzafiato e la pace dei sensi per tutti i cuoricini delle romanticone in visione….di tutto questo… cos’è rimasto nella versione coreana?….NULLA.
Passiamo alla seconda scena….lo scempio dello scempio. Un’altra scena dal profondo significato. Makino sale sull’autobus tentando di lasciare Tsukasa, lui sconvolto la rincorre per la strada disperato all’idea di perderla, ma invece di far fermare l’autobus e scendere per corrergli incontro mostrando finalmente la sua accettazione per il loro amore, mostrano come lei abbia deciso di non tirarsi più indietro ma di lottare per realizzare il loro sogno…cos’abbiamo qui?
Lei che sale sul bus, lui che le corre dietro e lei che se ne va davvero!!!!!!!!!!!!!
Il significato qui è totalmente cambiato. Perché metterci per forza questa scena se la devi comunque rovinare? Metticene un’altra diversa e io non avevo nessun problema….
Non capirò mai gli sceneggiatori.

Ora direi di passare a parlare in modo più approfondito dei personaggi.
Jan Di – la nostra tosta Makino – che in questa versione ho visto molto più “ragazza normale”, troppo dolce e tranquilla per essere davvero la coriacea ragazza a cui eravamo abituati.
Per cui ammetto che preferisco la Makino giapponese, più vera e dal carattere testardo al punto giusto. (Senza contare che è perfetta anche esteticamente) Quella taiwanese perde su tutti i fronti ^^;
Jun Pyo – il ricciolino più ricco del pianeta, ovvero Tsukasa Doumyoji, in questo drama l’ho trovato decisamente più tranquillo, più bambinone (all’inizio) con meno risalto alla sua idiozia e alla sua ignoranza grammaticale (^O^). Buona la recitazione in alcune scene….appena sufficiente in altre.
Come estetica non c’è dubbio che lui sia davvero Tsukasa…alto, prestante, figo, insomma…quando immaginavamo Tsukasa era a lui che pensavamo! Peccato per l’alchimia tra i protagonisti…qui non l’ho sentita molto, nella versione giapponese risaltava invece in modo perfetto.
Ji Hoo – il malinconico e silenzioso Rui – su di lui penso già di essermi dilungata abbastanza, volevo solo aggiungere due cose. 1 – D’accordo che era al suo esordio come attore ma i primi episodi sono davvero terribili, meno male che piano piano è leggermente migliorato (ripeto “leggermente”)
2 – Se con la “parrucca” stava male..con i capelli corti è osceno….
Yi Jung – il grande seduttore Soujiro – Ottimo il cambiamento dalla cerimonia del tè alla lavorazione dell’argilla. Questo personaggio oltre ad essere fighissimo (scusate gli occhi a cuoricino stanno saltellando ovunque) e avere proprio le sembianze che mi sarei aspettata da questo “Casanova” ha anche un portamento regale e un sorriso “killer” che ha costretto spesso e volentieri il mio cuore a salti carpiati e ad affanni improvvisi. Ma oltre al suo aspetto mi è piaciuto moltissimo come hanno fatto uscire ogni tanto il lato del suo carattere più nascosto, ovvero quello della sua sensibilità, del suo ribrezzo per come si è disgregata la sua famiglia, del suo finto cinismo per nascondere la paura di ammettere di aver bisogno di tanto amore.
Woo Bin – il sempre maturo Akira -  questo purtroppo è sempre stato l’F4 meno “in vista”, quello che sinceramente non aveva una così grande importanza nello svolgimento della trama…diciamo che era un po’ il paciere, quello che faceva calmare gli animi, ma nulla più. E qui la situazione si è “aggravata”. Il poveretto viene considerato pochissimo e le uniche due volte in cui “brilla” sono due scene dove…mena di brutto hihi. (Hanno tentato di mettere un accenno ad alcuni problemi nella sua vita privata…che però sono rimasta abbastanza sconosciuti…poveraccio….)
Ga Eul – la buona amica Yuki – ammetto che in questo drama è sicuramente il mio personaggio preferito! A parte il fatto che è davvero graziosa, trovo che la sua amicizia per Jan Di sia veramente uno dei punti forti di quel lato della storia. Fedele, gentile e sempre disponibile, non è mai noiosa o troppo invadente. Ho adorato il fatto che è molto più presente rispetto al normale! E come non soccombere alla dolcezza del suo “innamoramento” per Yi Jung? Riesce a sopportare le “mazzate” che riceve prima dal fidanzato e poi dal nostro F4 seduttore con molto coraggio e nonostante la tristezza mostra una forza di volontà davvero encomiabile.
Kang Hee Soo – la madre di Tsukasa – è sicuramente il personaggio più odiato in tutte le versioni di questa storia. Ho trovato un buon riscontro nella parte iniziale di questo drama per questo personaggio, poi però proprio nel finale mi si è persa e non ho ancora capito dov’è finita…^^;;;;;
Perché non hanno fatto vedere “qual’era” il fatto che finalmente la fa cedere?
In quello taiwanese è il sacrificio d’amore che i due protagonisti fanno l’uno per l’altro che fa rendere conto alla regina delle nevi che forse doveva arrendersi…in quella giapponese è l’aiuto che Makino da alla società…qui? Non si è mica visto….di colpo la presidentessa esce di scena e quando riappare sembra un angioletto…..mah….

La cosa però più straordinaria di questo drama è a mio parere la colonna sonora.
Splendida.
Non ci sono davvero altri aggettivi, perfetta in ogni sua parte….
Sia le canzoni “cantate” che quelle strumentali proiettano il telespettatore nella storia e rimangono nella testa risuonando fino alla completa assuefazione.
Sfido chiunque a non essersi mai messo a canticchiare…”Almost paradiseeeeeee…..” hihi

In definitiva un drama che consiglio, ha la capacità di non essere mai “pesante” ma ogni episodio è montato in modo da risultare fluido e di finire sempre sul più bello hihi (mannaggia a loro), la recitazione all’inizio non è il massimo ma gli attori migliorano con l’andare degli episodi e ha una trama che in qualsiasi salsa la metti, in qualsiasi modo la giri risulta interessante e romantica. Quindi….nonostante sia una “terza” versione….non potete affatto passare oltre senza darle uno sguardo, ve ne pentireste!

icons credit >qui< >qui<

6 commenti:

Leggiamo ha detto...

Rispondo alla domanda: "C’è ancora qualcuno del mondo dramofilo che ancora non sa nulla di questa storia meravigliosa?"IOOOO!!! Lo so vado punita, non ho visto nessuna delle versioni esistenti di questo drama, però ho letto 5 numeri del manga se può servire per ridurre la pena. Cmq lo sto già scaricando

loradix ha detto...

Preferisci fustigazione o impiccagione? Silvietta devi assolutamente correre ai ripari e con questo intendo che ora oltre alla coreana ti dovrai vedere anche le altre versioni!!!!!! Taiwanese e giapponese come minimo! Quella cinese te l'abbuono dai...(e non dite che non sono magnanima!!!! )In ogni caso aspettiamo presto i tuoi commenti ma se diventerai una fan di Ji Hoo...evita pure! Non ne sentiremo la mancanza! ahahahh

Leggiamo ha detto...

Allora, vediamo cosa posso dire dopo 25 episodi visti in full immertion.Dunque... Jan Di l'ho odiata quasi per tutti i primi 12 episodi Jun Pyo l'ho adorato per tutti i 25 episodi (+ lo Special).Jo Hoo lo bannerei dal drama. Mammia mia che flemma assurda. Però devo dire che recita bene quando dorme. Mi immedesimavo così tanto che mi pigliava pure il sonno Ma perchè ho odiato Jan Di.Molto semplice.Perchè riceve il cuore di Jun Pyo e lo guarda così Perchè Jun Pyo le regala la cavigliera e il ciondolo e lo guarda così Perchè Jun Pyo le organizza serate romantiche con fuochi d'artificio e lei lo guarda così Perchè quando lui le chiede se oltre al ragazzo ricco ha mai visto solo l'uomo che è lei risponde NO La sensibilità di Jan Di è pari a quella di un porcospino, oome ha potuto non sciogliersi dopo tutto quello che viene fatto solo per lei??!?!? Tonta? No diffidente, fredda, quasi insensibile. Ma non con tutti, nooooooooooo, con Ji Hoo sa fare sorrisi così Alla fine ho preferito la seconda parte del drama. Vedere Jan Di soffrire e correre un po' lei dietro a Jun Pyo mi ha dato tante soddisfazioni!Peccato il finale. Odio i salti temporali, figuriamoci se poi è un salto con doppia giravolta e avvitamento all'indietro. Per quel che mi riguarda il drama poteva finire un po' prima, oppure doveva continuare un po' di più!Comunque mi è piaciuto, mi ha fatto patire, ma l'ho visto volentieri. Una protagonista più collaborativa l'avrei preferita, ma lei c'è e lei ci teniamo!

loradix ha detto...

Hai odiato Jan Di????  Benvenuta nel club!A me non è mai particolarmente piaciuta....troppo moscia per la mia idea di quello che dovrebbe essere questo personaggio! La MIA Makino(Jan Di) dovrebbe essere un pochetto + vivace e attiva.Cmq sono contenta che ti sia piaciuto, sarebbe interessante sentire i tuoi commenti dopo aver visto anche le altre versioni, ma dubito che lo farai vero?

Leggiamo ha detto...

Devo vedere la versione con il topo? Ehm... per ora passo! Sinceramente penso che sia proprio il personaggio della protagonista a non essermi piaciuto troppo, indipendentemente dall'attrice.Lui tanto ciocci.Lei tanto indifferente per troppe puntate.

A&D&M ha detto...

Premetto che io non ho ne' letto l'anime, nè guardato la trasposizione giapponese, per cui guardandolo non avevo pregiudizi di sorta. La serie mi è molto piaciuta. Attualmente occupa la quarta posizione nei miei drama preferiti di sempre.
La cosa che non ho mai capito è cosa Ji Hoo e Jun Pyo potessero trovare in questa ragazzetta che non riusciva ad articolare una frase senza balbettare, non era affatto bella e non capiva i veri sentimenti del povero Ji Hoo (povero!).
Eccetto questo tutti gli F4 mi sono piaciuti sia per la loro avvenenza che per le capacità recitative (ricordiamo che sono cmq attori di drama koreani). Anche Ji Hoo non era male, considerato che doveva impersonare un ragazzo solitario, leggermente autistico e dal passato tragico. A dire il vero, è il mio personaggio preferito perchè quello più sensibile, gentile e solo.