sabato 23 gennaio 2010

Shining Inheritance - Brilliant Legacy [찬란한 유산]

botonautores Scheda

- Titolo: Shining Inheritance
- Genere: romantico, famigliare
- Paese: Sud Corea

- Episodi: 28
- Sottotitoli: in italiano su DIC

botonautores Cast


- Han Hyo Joo è Go Eun Sung
- Lee Seung Ki è Sun Woo Hwan
- Bae Soo Bin è Park Jun Se
- Moon Chan Won è Yoo Seung Mi
- Kim Mi Sook è Baek Sung Hee


botonautores Trama


Dopo essere ritornata dall'America, dove si trovava a studiare, Go Eun Sung si trova a fronteggiare una tragedia dietro l'altra la morte di suo padre e la bancarotta di quest'ultimo. Da principessina un giorno ad orfana senza casa un altro, Eun Sung deve rimboccarsi le maniche per trovare una casa per lei e per suo fratello autistico, ma la forza e la determinazione non le manca, e neanche la fortuna bontà d'animo. Un giorno aiuta una nonnina e questa le cambierà letteralmente la vita.

botonautores Video (spoileroso)








botonautores Recensione a cura di Sara

Come iniziare a parlarvi di questo drama?? Non so! Come al mio solito! 
Posso dirvi che non è il mio genere. Io propendo per la commedia romantica, e sebbene questo sia romantico nessuno può definirlo commedia. E' il classico dram(m)a coreano dove vi è un susseguirsi di sfighe che fortunatamente (per me ma non per Giada!!) non portano alla morte di nessun protagonista.
E' stato il mio primo tentativo verso un drama del genere, e devo dire che non ne sono rimasta delusa. Solo che dopo 28 puntate di tragedie coreane, appena lo termini ti senti ubriaca, con la voglia di immergere la testa in un secchio d'acqua fredda. Ovviamento la prossima volta sarò più accorta...deciderò in base al numero degli episodi.
Comunque sia è un drama che ti cattura, che ti trascina, puntata dopo puntata, in un vortice fatto di tragedie, odio, macchinazioni, lacrime, recriminazioni, ma anche di amore, solidarietà, amicizia, generosità, e bontà, che ti lascia allo stesso tempo svuotato e pieno, con la voglia di continuare a vedere l'episodio successivo, fino ad arrivare all'ultimo dove sorridi come un ebete...finalmente è finito!!!
Go Eun Sung è una giovane studentessa che vive una vita tranquilla e felice in America, fino a quando il padre non la richiama in Corea, infatti la sua azienda è in fallimento e lui è in bancarotta. Il ritorno a casa non è dei più felici, la sua matrigna è fredda e anche la sorellastra non è molto contenta di vederla, l'unico che ha piacere di vederla è suo fratello autistico, che le ha composto anche una canzone. 
Nello stesso volo che la riporta a casa, si trova anche Sun Woo Hwan, richiamato dalla nonna, ricca presidente di una società, perchè è giunto per lui il momento di prendersi le sue responsabilità nei confronti della famiglia e della società. Ma uno scherzo del destino, vuole che abbiamo la stessa identica borsa, segnando il futuro dei due.
Lei, generosa, buona, solare, forte con dei sani principi si scontra con lui, arrogante, prepotente, egoista, pieno di se, causando una destabilizzazione dell'equilibrio tra il bene e il male che provoca, in ordine sparso: morte, malattia, sparizioni, scoraggiamenti, ma anche nuovi amori, nuove amicizie, voglia di vivere, di lottare, cambiamenti e successo.
Anche in questo drama ci sono i due antagonisti. Sicuramente Yoo Seung Mi, sorellastra di Eun Sung, lo è. E se all'inizio può dare l'impressione di essere buona, o comunque di agire per bontà, alla fine ti ricredi. E' egoista, viziata, maligna e bugiarda. Si giustifica dicendo che lo fa per amore di Hwan, invece è solo per il suo amore, per la sua voglia di avere lui e soltanto lui, non pensando ne a quello che vuole Hwan ne al bene di Eun Sung.
Mentre Park Jun Se è il classico ragazzo dolce, gentile, dai gesti semplici ma che ti colpiscono al cuore, però colpiscono quello sbagliato: il tuo ma non quello di Eun Sung. Bello e ricco, aiuta la nostra protagonista fino alla fine, anche quando sa di non avere speranze per conquistarla. E' un uomo tutto di un pezzo, dai principi forti e saldi. Tanto da "tradire" il proprio padre pur di poter continuare a guardarsi allo specchio giorno dopo giorno.
Il mio voto è 9 -! Il 9 perchè è un drama completo, dalle emozioni forti, passionale e romantico. Il meno per la durata, ma va comunque visto, anzi ve lo ordino di vederlo! L'unica che può non vederlo è Moni!
 



11 commenti:

giadapxd ha detto...

Bravissima Saretta! Ottima recensione! E mi è venuta davvero voglia di vederlo, non solo per il richiamo alle tragedie (anche quello ha influito) ma perchè da come ne parli sembra davvero un drama bellissimo che mertia di essere visto!
Appena posso lo guardo! E poi ce l'ho già tutto... un motivo in più ahah

loradix ha detto...

Verissimo Giada! Ottima recensione!
Brava, brava, brava!
Presto lo comincerò pure io.... ce l'ho già tutto scaricato e in attesa! Appena finisco un paio dei drama che ho in corso......... !

donnasara ha detto...

Grazieeeeeeeeeeeeee ragazze!!!
E si da vedere e sappiate che ogni tanto vengo e vi chiedo se lo avete iniziato..quindi state attente che vi controllo!!!

utente anonimo ha detto...

Troppo bello questo drama!
E' vero ti coinvolge puntata dopo puntata, io sono arrivata alla 21 non vedo l'ora di continuarlo!

Leggiamo ha detto...

Sono alla puntata 11 e devo dire che è proprio un bel drama, peccato che lui sia più brutto della morte.
Va beh...

Leggiamo ha detto...

FINITO!
E devo dire che mi è piaciuto! Certo ci mette un po' a decollare la storia d'amore, ma poco male, succedono così tante cose che non ne senti troppo la mancanza. ^^
Allora... la protagonista, Eun Sung è una tipa bella tosta, buona, altruista generosa, ma di carattere. Tutte le sventure che le capitano la rendono ancora più pratica e razionale di quello che è già, ma devo dire che nel panorama delle eroine coreane non fa assolutamente la figura dell'ingenua!
Il protagonista Hwan... se fosse stato anche carino sarei stata in modalità *sbav* per tutte le ultime 10 puntate invece stavo in modalità *muuuu* nel senso che mi sembrava di vedere una mucca. Però... non sono così cattiva cosa credete?... mi è piaciuto anche lui. E' un personaggio che cresce, matura e  nonostante la poca avvenenza riesce a farsi amare. E bravi sti coreani!!!
Jun Se, lo spasimante di Eun Sung. Dunque lui l'ho adorato all'inizio, davvero non capivo come facesse la protagonista a non innamorarsi di lui. E' perfetto. E forse questo è il suo unico difetto. Le donne amano le sfide... e lui fa sempre la cosa giusta al momento giusto. Non sbaglia mai, e questa cosa me l'ha reso alla lunga quasi surreale. Ma dove esiste uno così? E fantascienza!
E infine c'è Seung Mi la sorellastra di Eun Sung un personaggio che da buono diventa perfido per poi... va beh non ve lo dico. Dico solo che mi ha fattop una pena infinita, e nonostante tutto quello che combina non sono riuscita ad odiarla. Lei è solo vittima del suo cuore e della perfidia della madre. E' una persona sola che si aggrappa all'unico ragazzo che le ha sempre teso la mano nei momenti di bisogno. Certo le sue azioni non sono giustificabili, ma davvero, non sono riuscita a recriminarla fino in fondo.
Bene direi che è tutto! Molto carina anche la colonna sonora, e la sceneggiatura non lascia spazio a punti interrogativi. Tutto viene chiarito e anche il finale non è tirato via ma ben curato!
Insomma lo consiglio! Voto: 81/2

loradix ha detto...

Bene, eccone un altra che ha terminato questo drama!
Devo dire che sono quasi completamente d'accordo con te Silvia e ti quoto specialmente quando parli di Seung Mi.
Tra tutti i personaggi del drama è quello che mi è rimasto più impresso.
Non sono riuscita mai ad odiarla...esattamente come te. Io l'ho trovato un personaggio di un'umanità incredibile.
E con umanità non intendo dire che è umana perchè è "brava", ma intendo che mostra tutte le caratteristiche degli esseri umani comprese quelle come debolezza, egoismo, paura.
Ammetto che è stato per Seung Mi che ho sofferto di più durante lo svolgimento della trama nonostante le sue scelte spesso non le condividevo ma mentre ci riflettevo sentivo che nella vita vera forse molti di quei sentimenti sarebbero veramente emersi nel cuore di una persona nella sua siturazione.
Di Jun se che dire? Ammetto che ho un debole per lui.
Dici che è troppo perfetto? Forse. Eppure trovare un uomo del genere, un vero uomo, che mantiene sempre il rispetto per se stesso, la sua coerenza senza farsi trascinare dagli altri è talmente difficile che ammetto se davvero dovessi incontrarlo nella vita reale, probabilmente non avrei scampo.
Penderei dalle sua labbra come una povera inetta! :D
Dei protagonisti ho poco da dire. Non mi hanno lasciato questa grande impressione.
Lei specie all'inizio è la reincarnazione della classica ragazza-angelo senza difetti, troppo buona, troppo gentile, troppo generosa...insomma...forse proprio come Jun Se...troppo perfetta. E credo di non sbagliare se dico che essendo donna...questo mi ha dato molto più fastidio che vederlo in un uomo. Per cui nonostante tenessi per lei, non l'ho mai "adorata"
La loro storia d'amore l'ho trovata un po' banale e credo che il fascino di questo drama stia più che altro nel vedere come avrebbero potuto risolvere tutti i problemi che mano a mano si dipannavano davanti ai personaggi e come sarebbero stati puniti i cattivi.

Leggiamo ha detto...

Jun Se è piaciuto molto anche a me, intanto è più figo del protagonista e poi dimostra di essere davvero un vero uomo. Certo è molto perfetto, ma come dici tu lo è anche Eun Sung. Lei l'avrei voluta un po' più passionale, umana, irrazionale, nonostante le innumerevoli sfighe non crolla mai, piange tanto, ma mai un vero pianto liberatorio. Certo la vita l'ha resa più razionale e concreta, ma resta un pelo iceberg fino alla fine.
Seung Mi mi ha spezzato il cuore invece. Nonostante a tratti la odiassi per quello che stava facendo un attimo dopo mi ritrovavo a piangere per lei. Quando alla fine c'è quella scena con la madre... quando le dice che ha bisogno di lei, perchè ha solo lei, mi si è spezzato il cuore, se poi ci mettiamo il contesto in cui lo dice giuro... io e mia mamma piangevamo come due sceme... L'attrice è davvero brava a esprimere tutto il suo dolore. E' così umanamente imperfetta. Fondamentalmente buona, ma disposta a superare ogni limite per il suo amore. A lei non gliene frega niente dei soldi, del potere, dell'azienda della nonna. Lei vuole solo lui... Voglio un seguito con una storia dove possa riscattarsi il suo personaggio, che mi è piaciuto davvero tanto!

giadapxd ha detto...

L'ho finito anch'io! Domani commento come si deve, per ora dico solo che mi è piaciuto e che merita veramente.

giadapxd ha detto...

Ci ho messo un po' a vedere questo drama ma alla fine sono riuscita a terminarlo.
Quando l'avevo iniziato, nonostante la storia intrigante e i continui colpi di scena, non riuciva a coinvolgermi più di tanto, per non parlare dell'attore protagonista che proprio non reggevo, non solo per il suo aspetto fisico, ma soprattutto per il carattere, infantile ed egoista.
Comunque sono riuscita a riprenderlo e non me ne sono pentita.
Mi sono piaciuti tutti i personaggi, compresi i tanto odiati antagonisti che, in questo drama, è quasi impossibile odiare.
Ma andiamo con ordine, i 2 protagonisti.
Lei è senza dubbio la tipica eroina coreana, sfigata e tormentata. Mi è piaciuto il suo personaggio perchè anche se non in maniera palese, subisce dei cambiamenti nel corso della storia. Anche lei sperimenta il desiderio di vendetta, che poi non riesca a portarla fino in fondo non importa. Inoltre la sua bontà non la spinge fino al punto di perdonare coloro che le hanno fatto del male e questo mi è piaciuto.
Lui invece... all'inizio lo odiavo! troppo carrivo, troppo egoista, troppo viziato... troppo brutto!!!
Però... piano piano ho iniziato a cambiare idea. Non nego che gran parte del merito sia di "my girlfriend is a Gumiho", perchè dopo averlo visto là, l'ho rivalutato molto come attore.
Il suo personaggio è quello che cambia di più. Piano piano comincia a vedere oltre i soldi, a vedere oltre l'apparenza e a fidarsi del suo cuore.
I due antagonisti invece sono due persoaggi piuttosto complessi.
Prima di tutto mi ha colpito il loro diverso modo di vivere l'amore.
L'atagonista maschile ama senza chiedere nulla in cambio. Non cerca di portare la protagonista al suo fianco, ma lascia che sia lei a decidere secondo il suo cuore. È un pesonaggio molto sicuro di sé, determinato nell'amore così come lo è nel lavoro.
Al contrario l'antagonista femminile è un personaggio debole ed insicuro. Lei l'amore non l'ha mai conosciuto e non sa come reagire alle difficoltà che le si presentano. L'unico esempio che può seguire è quello della madre, quindi non la biasimo se ad un certo punto inizia a mentire.
Perchè l'uomo che ama rimanga al suo fianco è disposta a tutto, ma non lo fa a cuor leggero. Il suo è un personaggio molto complesso e forse a tratti odioso, ma in realtà l'ho trovato molto umano.

utente anonimo ha detto...

Drama davvero bello. Io che non riesco a vedere drama troppo drammatici l'ho visto tutto e non sono rimasta troppo scioccata. 
consigliato perchè:
bella trama
brav attori
puntate scorrevoli
bella storia d'amore
che altro dire GUARDATELO