mercoledì 4 febbraio 2009

My Mighty Princess [무림여대생]

Scheda

Titolo: My Mighty Princess / Murim Yeodaesaeng
Paese: Corea
Genere: Romantico, azione, commedia
Regista: Jae-young Kwak
Durata: 118 minuti
Anno: 2008
Sottotitoli: in italiano su Asianworld



Cast
Min-a Shin è So-Hwi
Ju-wan On è Il-yeong
Geon Yu è Jun-mo






Trama e recensione di Lory-sama
Eccomi qui finalmente a parlarvi di un film! E ho scelto un soggetto diverso dalla solita commediola romantica.
Qui abbiamo una storia in cui le arti marziali giocano un ruolo di primo piano (nonostante una storiella d'amore ci sia lo stesso).
La protagonista è So-Hwi una studentessa universitaria alquanto particolare. Cos'ha di diverso? Diciamo che...saltella sui tetti quando è in ritardo, sposta blocchi di cemento senza nessun problema, cammina sui carboni ardenti o su tappeti di aghi, insomma, dire che è fortissima è un vero eufemismo.
Questa sua forza deriva dal fatto di essere la figlia di due grandissimi maestri di arti marziali e di essere stata allenata fin da piccolissima per diventare la migliore.
Peccato che una volta cresciuta So-Hwi si rende conto che la sua forza spaventa a morte i ragazzi e quindi decide di smettere di allenarsi per vivere una vita normale, anche perchè si è presa una cotta per uno studente della sua scuola, Jun-mo, che fa parte del club di hockey sul ghiaccio e non vuole certo fargli scoprire di cosa è in realtà capace.
Il padre della nostra protagonista è preoccupato e quando viene chiamato ad un incontro con gli altri 3 "grandi maestri" non esita a raccontare i suoi problemi.
Viene deciso quindi di mandare il figlio di un altro dei maestri, Il-yeong, per cercare di convincere la ragazza. Il-yeong e So-Hwi erano grandi amici da bambini e fino a qualche anno prima erano inseparabili, poi c'è stato un allontanamento (che verrà spiegato solo verso la fine del film) e i due non si erano più tenuti in contatto.
Le insistenze di Il-yeong non portano a niente, finchè però non riappare un vecchio nemico. Costui è il famigerato ladro della spada chiamata "destino verde" e l'unico in grado di sconfiggere il suo "colpo di luna" è "il colpo di luce" eredità della madre di So-Hwi.
Il padre della protagonista tenta una difesa disperata ma viene gravemente ferito ed è a questo punto che finalmente So-Hwi decide di tornare ad impugnare le armi per battere questo infido nemico...ma sarà poi veramente un nemico?
La storia è davvero molto carina, piena di scenette comiche, combattimenti impossibili, e amori non corrisposti.
Ho adorato il personaggio di Il-yeong, un ragazzo che all'inizio sembra un imbranatello puccioso, poi diventa un combattente con un tragico segreto nel suo passato (ma puccioso rimane lo stesso )
Altra nota su questo film è che il regista ci ha infilato il personaggio della PUCCA molto spesso. Conoscete tutti vero Pucca? In effetti la nostra So-Hwi un po' ci assomiglia...è davvero uno spasso vedere i disegni per imparare il famoso e leggendario "colpo della luce" fatti con le immagini di una piccola Pucca con la spada
Certo...i combattimenti sono davvero improbabili...spade che si muovono tipo anguille...salti che durano 10 minuti...mentre si vola per 14 km...le solite cose a cui siamo abituati da film di questo tipo, ma nonostante tutto non l'ho mai trovato noioso o pesante, ma davvero scorrevole e rilassante. Quindi non mi resta che consigliarvelo e augurarvi buona visione.

Tanto per darvi un'assaggio vi metto qui sotto il trailer!

Nessun commento: