martedì 9 dicembre 2008

Hello! Miss [헬로 애기씨 ]

botonautores Scheda

-Titolo: Hello! Miss
-Genere: Commedia romantica
-Paese: Corea

-Episodi: 16
-Sottotitoli: in inglese su WITH S2 Fansub

botonautores  Cast
- Lee Ji Hoon è Hwang Dong Gyu
- Lee Da Hea è Lee Soo Ha
- Ha Suk Jin è Hwang Chan Min
- Yoon Mi Joo è Suh Hwa Ran
- Ryan è Lee Joon Yong
- Park In Hwan è Hwang Man Bok



botonautores  Trama
Lee Soo Ha è l’erede di un famoso clan e la proprietaria dell’antica magione in cui questo clan ha vissuto per più di 300 anni. Peccato che tutta la costruzione stia andando in rovina a causa della mancanza cronica di fondi per le spese di ristrutturazione. Il presidente di una grossa società, la TOP group, vuole acquistare quell’immobile ad ogni costo, per poter realizzare un suo vecchissimo desiderio e manda il nipote a trattare con la ragazza.




 
 Recensione di Lori-sama
La trama aveva davvero tutti i requisiti giusti: una protagonista con un carattere forte che è l’erede di un famoso clan, un protagonista ricco e di successo che s’innamora quasi a prima vista e deve lottare per la conquista della sua amata, un antagonista maschile pieno di fascino (ovviamente imparentato con il nostro eroe) che cerca in tutti i modi di mettersi in mostra, un’antagonista femminile bella e ambiziosa che sa cosa vuole dalla vita. Mischiate il tutto e conditelo con un vecchio furto mai dimenticato, un tradimento che porta una famiglia a dividersi, un’amica svampita attira-guai e un branco di vecchietti pazzi e campagnoli. Cosa ne esce? Una brodaglia appena appena passabile.
Ma andiamo con ordine.
Tutto inizia quando a Hwang Dong Gyu, nipote prediletto del presidente della Top group, Hwang Man Bok, viene affidata una missione, quella di andare a Hwa Ahn Dang, l’antica magione del clan Jae Ahn Lee, e fare di tutto per acquistare la proprietà. L’incontro tra il ragazzo e la padrona di casa, Lee Soo Ha, non è dei più felici. La ragazza non ha alcuna intenzione di vendere, nonostante la casa cada praticamente a pezzi e lo caccia via.
Lee Soo Ha decide quindi di cercare una soluzione al suo ormai opprimente problema e parte per Seul dove vive il resto della sua “famiglia” per chiedere consiglio agli anziani e magari un prestito.
  
Al suo arrivo in città Lee Soo Ha aspetta il fratello, Lee Joon Yong, che dovrebbe darle un passaggio fino a casa, ma a causa di un imprevisto lavorativo il ragazzo chiede a Hwang Chan Min, suo amico, di prendere il suo posto. La giovane conosce così, senza saperlo, il cugino del manager della Top Group…
I loro destini s’incrociano irrimediabilmente quando per tentare di guadagnare un po’ di soldi, Lee Soo Ha va contro tutti i suoi principi e s’iscrive da un concorso di bellezza il cui premio è, oltre ad una considerevole somma di denaro, un contratto con la Top Group per pubblicizzare alcuni prodotti. Tra le modelle presenti alla gara troviamo anche Suh Hwa Ran, una ragazza decisa a sfondare e dal passato oscuro, che nasconde un segreto incredibile…legato a doppio filo con Hwa Ahn Dang.
Naturalmente da questo punto in poi la trama s’infittisce di problemi, malintesi, bugie e chi più ne ha più ne metta, senza mai però lasciare molto spazio al romanticismo, di cui abbiamo un leggero accenno solo negli ultimi due episodi, nonostante la storia “sia” una storia d’amore.
  
Quello che però davvero non mi è piaciuto di questo strano drama sono proprio i personaggi! Ci sono diversi cambiamenti radicali e improvvisi nei loro caratteri…che lasciano assolutamente perplesso chi sta guardando. E come non parlare poi della trama? Nella parte finale tutto viene risolto, e tu dici ok…abbiamo l’atteso happy end…ma è quasi senza logica! Perché far lottare i personaggi contro problemi che vengono presentati insormontabili, far muovere gli antagonisti verso una direzione e poi di colpo…puff….i problemi non vengono più neanche nominati proprio come se non fossero mai esistiti! Sinceramente è stato un po’ disorientante.
 
LEE SOO HA
– La protagonista ci viene presentata come una “campagnola”…dolce, innocente e quasi senza esperienza del mondo, a cui però il destino ha lasciato sulle sue spalle il peso di essere l’erede di un grande clan con tutti gli obblighi e doveri che questo comporta. E’ vissuta sempre nella magione di famiglia insieme a i suoi “servitori” (tra cui una donna e un vecchietto pazzi) lontano da suo padre che si è rifatto una seconda famiglia nella capitale. Lo stress per tutti i problemi che deve affrontare la rende esausta psicologicamente e dopo il suo trasferimento a Seul vediamo questa parte di lei esternarsi sempre più di frequente. Nonostante la sua bontà d’animo spesso il suo comportamento come “erede” viene interpretato come superiorità e avendo sempre vissuto in mezzo agli anziani non sa bene come relazionarsi con gli altri. Di lei posso dire che tra alti e bassi quello che davvero non ho sopportato è la sua mancanza di fiducia verso il protagonista. Perché deve “sempre” crede a tutti meno che a lui??? E poi….non lo degna quasi di uno sguardo per tutto il drama, come fa di colpo ad amarlo così tanto?
 
HWANG DONG GYU – Questo personaggio è il classico “bravo” ragazzo. Intelligente, capace, di buon carattere, sempre pronto ad aiutare tutti, comprensivo…cos’ha che non va? E’ TONTO! Ma di brutto!  Ogni volta che cerca di fare una buona azione, si ritorce contro di lui e lui non si difende mai dalle accuse anche pesanti che spesso gli vengono rivolte. Specie se poi arrivano dal suo adorato nonno…per cui ha davvero una venerazione! Viene trattato come uno zerbino da tutti eppure è sempre lui quello che si scusa, quello che si fa avanti per mettere a posto le cose… Certo, è molto maturo sotto certi aspetti ma dio mio figliolo! Un po’ di brio! Si innamora quasi subito di Soo Ha, ma al suo amore non viene data mai molta importanza, nemmeno dai suoi parenti che ha un certo punto lo mettono in condizione di dover scegliere tra loro e la ragazza…dando per scontato che non sarà certo una scelta così difficile.

HWANG CHAN MIN – Di qualche anno più giovane di Dong Gyu, Chan Min è un vero playboy incallito. La sua vita si basa tutta sul numero delle sue conquiste e sulla completa indifferenza verso il suo lavoro in azienda, eppure nonostante questo il suo rapporto con il cugino è sempre stato buono. S’innamora quasi subito anche lui di Soo Ha proprio per il fatto che la ragazza non lo prende per nulla in considerazione. Entrambi i cugini sanno di amare la ragazza e entrambi sanno che il rispettivo cugino prova la stessa cosa eppure forse per non dover entrare in aperta competizione si taciono la cosa, nascondendosi sempre dietro a piccole bugie. Peccato che le buone qualità che Chan Min sembrava avere nonostante tutto…sembrano sciogliersi come neve al sole quando decide di conquistare veramente Lee Soo Ha! Comincia a mentire, a tramare contro suo nonno e soprattutto contro suo cugino!  Ovviamente ci tiene veramente a lei e contro di lei non alza un dito ma…non ci fa una bella figura! Poi di colpo…quando scopre che il cugino è riuscito dove lui ha fallito…basta…fa finta di essersi innamorato di un’altra e via…molla la presa e si mette il cuore in pace… Vi giuro che sono rimasta davvero così O__o ! Sembrava pronto a scatenare l’inferno e invece…si è sgonfiato come un palloncino.


SUH HWA RAN – Ecco un altro personaggio quasi da doppia personalità. All’inizio la conosciamo come una ragazza freddina, ambiziosa, che vuole raggiungere il successo a tutti i costi. Sembra invaghirsi di Chan Min e inizia a tramare con la madre di lui per riuscire nell’impresa di portare via a Lee Soo Ha la sua casa. Hwa Ran ha sempre odiato Soo Ha fin da bambina, la trovava altezzosa ed è cresciuta sognando di prendere il suo posto e vendicarsi di lei. (Il perché non ve lo dico…guardatevi il drama ) Poi la vediamo giocare l’asso vincente…usare il fratellastro di Soo Ha come una pedina per raggiungere i suoi scopi. Peccato che verso la fine, appena scopre la vera identità di Lee Joon Yong, la vediamo vacillare tra le sue ambizioni e un antico affetto… Sicuramente il personaggio più tormentato del drama questo!

LEE JOON YONG – E’ il fratellastro di Lee Soo Ha, nato dalla relazione del padre di lei con l’amante (poi diventata moglie alla morte della moglie legittima) un ragazzo con la testa sulle spalle che fa l’avvocato. Scopriamo che da piccolo, come il resto della famiglia aveva davvero odiato la ragazza che incentrava su di se l’attenzione di tutto il clan e l’affetto incondizionato del padre. Poi crescendo e guardando con occhi nuovi le loro due vite si è reso conto che forse non è lui quello che ha sofferto di più e cerca piano piano di ricostruire il legame con la sorella. S’innamora di Hwa Ran e anche dopo aver scoperto tutti i segreti della sua infanzia l’accetta per quella che è… Devo dire che anche se non ha una gran rilevanza o una particolare funzione questo personaggio è quello che è rimasto più coerente con se stesso .

HWANH MAN BOK
– E’ il presidente della Top Group, anche se una volta (50 anni prima) era uno dei servitori del clan Lee da cui è scappato una notte portandosi via un sacco di riso e una mucca. All’epoca un furto del genere era considerato gravissimo e quindi ancora dopo mezzo secolo è considerato dal clan un farabutto. Man Bok nonostante la ricchezza e il potere non è mai riuscito a dimenticare la sua vecchia casa, quindi il suo sogno è quello di poter tornare a Hwa Ahn Dang e di dormire nella suite principale, per cui decide che deve acquistare la casa ad ogni costo. A causa di questo usa senza problemi il nipote spingendolo tra le braccia di Soo Ha, per poi cercare di fargli cambiare atteggiamento quando s’infuria con gli anziani del clan. Ha un carattere molto “infiammabile” e a causa sua i due protagonisti ne passeranno davvero di tutti i colori, cambiando idea ogni due minuti e infuriandosi e calmandosi come se avesse un interruttore!

Tutti gli altri sono personaggi minori ma se dovessi descrivere anche quelli potrei dire solo….che gustafeste! Ce ne fosse uno completamente positivo! Assolutamente no! Tutto quello che viene messo in evidenza sono i difetti…la gelosia della sorella di Soo Ha, l’avidità della matrigna, la parassitismo della nuova amica di Soo Ha…insomma è meglio se lasciamo perdere! Che dirvi in conclusione? Non posso dire che sia un drama “brutto” ma personalmente non mi ha preso per niente! Il finale poi lascia perplessi, come vi dicevo non per la storia d’amore ma per tutto il contorno…  Ho fatto fatica a terminarlo, anche perché di scene romanticose “zero”... e già questo per me è un grosso handicap…e poi lo svolgimento della trama che si basa praticamente solo su continui “misunderstanding” secondo me poteva essere sviluppata molto meglio. Peccato…-_- Molto carina invece la sigla e musica “portante” del drama “Stay by my side

Icons Credit>qui< e >qui<

Nessun commento: